Chi sono

“Un sogno fu un sogno ma non durò poco,
per questo giurai che avrei fatto il dottore,
e non per un dio ma nemmeno per gioco:
perché i ciliegi tornassero in fiore.”

F. De Andrè

     

La mia formazione:

  • Laurea in Psicologia (2001) presso l’Università degli Studi di Bologna con voto 110/110 con Lode.
  • Formazione in Sessuologia Clinica (A.A 2002-2004) presso il “C.I.S. Centro Italiano di Sessuologia” di Bologna, sotto la Direzione Scientifica del Servizio di Sessuologia Clinica del Dipartimento di Psicologia dell’Università degli Studi di Bologna.
  • Specializzazione in Psicoterapia Familiare e Relazionale (A.A 2003-2006) presso l’Istituto di Terapia Familiare di Firenze con voto 90/90.
  • Formazione di 1° Livello in EMDR-Eye Movement Desensitization and Reprocessing (Febbraio 2018) con la Dott.ssa Isabel Fernandez del “Centro di Ricerche e Studi in Psicotraumatologia”, Milano.
  • Formazione di 2° Livello in EMDR-Eye Movement Desensitization and Reprocessing (Maggio 2019) con la Dott.ssa Isabel Fernandez del “Centro di Ricerche e Studi in Psicotraumatologia”, Milano.
  • Master “L’approccio cognitivo-comportamentale ai disturbi dell’età evolutiva”  (Gennaio 2019-Novembre 2019) organizzato da IPSICO- Istituto di Psicologia e Psicoterapia Comportamentale e Cognitiva, Firenze.
  • Training Base in “Compassion Focused Therapy”(Giugno 2020) con il Dr. Nicola Petrocchi, presidente della Compassionate Mind Italia.

Pubblicazioni:

Pacini Elena, “La dispareunia femminile: una revisione della letteratura.” Rivista di Sessuologia 2002, 26 (1-2), 168-176.

Mi occupo di:

  • Consulenza e Sostegno psicologico
  • Sostegno alla genitorialità
  • Psicoterapia sistemico-relazionale con adolescenti, individui, coppie, famiglie. 
  • Sessuologia Clinica
  • Psicoterapia con EMDR (Desensibilizzazione e Rielaborazione attraverso i Movimenti Oculari) per i disturbi legati ad eventi di vita traumatici.

Qualcosa di personale: sono appassionata di botanica, amo le piante, i fiori e gli alberi di un amore viscerale nato da bambina. Per me la conoscenza delle piante, la creazione e la cura di un giardino corrispondono ad una sorta di terapia personale, ad una auto-cura che porto avanti da anni alla ricerca di “un giardino interiore”, di un rifugio dell’anima, di un luogo di meditazione e contemplazione.


“Il paradiso è un giardino selvatico” A. Perazzi